In questo articolo cercheremo di fare una panoramica su come vendere online trattando l’argomento dal punto di vista della vendita online “occasionale“, analizzando quali sono i canali che ci permettono, ad esempio, di liberarci di oggetti che non utilizziamo più cercando di guadagnare online qualche euro.

Proprio così, quando si parla di vendite online è necessario tracciare una linea che divida l’attività “occasionale” da quella “professionale“, in quanto anche utilizzando gli stessi canali, le procedure e gli adempimenti sono molto diversi. In molti casi le opzioni per i venditori professionali offrono strumenti di marketing e di ottimizzazione per vendere online che non vengono incluse nei piani offerti ai venditori occasionali come i privati. Un altra differenza sostanziale tra le due tipologie di venditori risiede nelle caratteristiche degli oggetti che mettiamo in vendita. Il venditore professionale, solitamente, ha alle spalle un’azienda e mira ad aprire un negozio online di sua proprietà sfruttando i Marketplace come ebay ed Amazon in qualità di canali commerciali alternativi all’interno dei quali propone gli stessi articoli (nuovi) che offre sul suo e-Commerce. Al contrario, il venditore occasionale, ha come obiettivo principale quello di racimolare qualche euro vendendo online articoli (usati) che non utilizza più.

Come vendere online se sei un privato

Se appartieni a questa fascia di venditori online, molto probabilmente hai qualche oggetto che non usi più e vorresti guadagnare online un po’ di soldi da investire in qualcos’altro. A prescindere da ciò che stai cercando di vendere è il caso di valutare se si tratta di un’attività occasionale o se hai deciso di far piazza pulita di tutto ciò che tieni in cantina e in soffitta. Quando cerchi di vendere online usato ti rivolgi principalmente ad una fascia di potenziali acquirenti che sta proprio cercando degli articoli usati, perché vuole provarli o perché non è in possesso del budget necessario ad acquistarli nuovi. Il mercato degli oggetti usati online è molto ampio e offre interessanti opportunità di realizzare piccoli guadagni.

Lo scoglio da affrontare, senza dubbio, è il fattore “fiducia” che riesci a stimolare nei confronti dei potenziali acquirenti che non esiteranno a stabilire con te un contatto diretto allo scopo di decidere se il gioco vale la candela. In che senso? Semplice, se da una parte potrebbero risparmiare acquistando un articolo usato, dall’altra, esiste la consapevolezza che un articolo usato non sarà mai come uno nuovo e corrono il rischio di perdere definitivamente il loro denaro acquistando un oggetto danneggiato o non funzionante e facendo così decadere totalmente il fattore “risparmio” trovandosi a doverne successivamente acquistare un altro spendendo altri soldi.

Feedback degli acquirenti

A questo punto è il caso di scegliere come vendere online offrendo, oltre a ciò che vendiamo, qualcosa che possa aiutare i nostri potenziali acquirenti a superare questo scoglio e fidarsi di noi. La cosa migliore, in questi casi è utilizzare delle piattaforme di vendita online che diano, agli stessi acquirenti, la possibilità di lasciare un giudizio sulla loro esperienza di acquisto, sulla nostra serietà nel vendere online, sulla velocità con cui abbiamo spedito l’oggetto e su quanto, le informazioni che avevamo dato sull’oggetto, corrispondono a ciò che l’acquirente ha ricevuto. Tutte queste informazioni (se positive) contribuiranno a costruire il nostro profilo di venditore online e stimolare quella fiducia necessaria all’acquisto dei prossimi potenziali acquirenti. L’insieme di questi giudizi, in gergo prende il nome di Feedback.

Come vendere online gratis

Scegliere bene come vendere online include anche decidere se siamo disposti a spendere qualcosa rinunciando a vendere online gratis ma ottenendo in cambio la possibilità di costruire la nostra immagine virtuale di venditore online. La principale piattaforma di vendite online che offre queste caratteristiche è ebay, il più famoso marketplace all’interno del quale sia aziende che privati, hanno la possibilità di mettere sul mercato delle vendite on line i propri articoli nuovi e usati, rinunciando a parte dei ricavi sulle vendite, che vengono direttamente trattenuti da ebay come compenso per l’utilizzo della piattaforma e di tutti i servizi che offre, compreso quello del rilascio dei Feedback da parte degli acquirenti.

Come vendere online gratis

Se invece, la nostra attività di venditori è da definirsi occasionale e vogliamo trovare una soluzione a come vendere online gratis è preferibile utilizzare delle piattaforme semplici e a costo zero come bakeca.it e subito.it, vere e proprie bacheche piene di annunci suddivisi per categorie merceologiche che offrono la possibilità di vendere online pubblicando descrizione e alcune foto del nostro oggetto senza però offrire servizi di Feedback e servizi di pagamento all’interno della stessa piattaforma. In questo caso quindi, il rapporto è diretto tra noi e il nostro acquirente e può avvenire attraverso contatto telefonico o mail. Il metodo di pagamento, le spese di spedizione verranno concordate privatamente e non essendoci un sistema di Feedback che garantisca all’acquirente la nostra “serietà di venditori” starà a noi cercare di trasmetterla per riuscire a concludere la vendita. Il sistema in questi casi è molto semplice: basta creare il proprio profilo con il nostro nome e il nostro indirizzo email e cominciare a caricare gli articoli, inserendoli nella giusta categoria merceologica, allegando le foto che ci è consentito aggiungere con un piano gratuito e cercando di essere il più possibile precisi nel fornire una descrizione dettagliata dell’articolo in vendita.